Legalizzazione/APOSTILLE

 

LEGALIZZAZIONE (APOSTILLE)certified

Prima di procedere con l’asseverazione (giuramento della traduzione) è opportuno verificare se il destinatario del documento tradotto richiede anche la legalizzazione (Apostille)  del documento e/o del verbale di giuramento della traduzione.

Per “legalizzazione” si intende l’attestazione ufficiale della qualità legale del Pubblico Ufficiale che ha apposto la propria firma su un  documento  e della autenticità della firma apposta.

I documenti rilasciati all’estero, per essere validi in Italia, devono essere legalizzati presso l’autorità diplomatico-consolare italiana nel Paese in cui sono stati emessi.

I documenti rilasciati in Italia, che devono essere presentati ad autorità estere, devono essere legalizzati presso:

  • la Procura della Repubblica se si tratta di atti giudiziali (che provengono dal Ministero della giustizia)  atti notarili e atti firmati dai funzionari di Cancelleria (tra cui i verbali di asseverazione della traduzione)
    Procura della Repubblica (via Garibaldi 6 – Bologna- piano terra, stanza n. 36, tel 051 201333, orari: dal lun. al ven. 08.30-12.30, mart. e giov. 15.30-16.30)
  • la Prefettura se si tratta di atti diversi da quelli sopra elencati (ad es. certificati anagrafici). Prefettura di Bologna (via degli Agresti n.5, Tel. 051 640 1111 Ufficio Legalizzazioni : tel. 051 6401362 –  ORARI: dal lun. al ven. dalle . 09:00 alle 11:30, inoltre al mart.e giov. dalle  15:00 alle 17:00)  
  • In caso di titoli di studio (pagelle, diplomi) e certificazioni rilasciati dagli Istituti scolastici sino alla scuola secondaria di secondo grado compreso, occorre preventivamente far autenticare gli stessi presso il C.S.A. – Centro Servizi Amministrativi dell’Ufficio Scolastico Provinciale – Regionale (ex Provveditorato agli Studi) sito  a Bologna, Via de’ Castagnoli, 1.
 Consigliamo di visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale riguardo alla LEGALIZZAZIONE,  per sapere se si richiede di legalizzare anche il documento da tradurre e/o il verbale di giuramento.

La forma di legalizzazione valevole nei Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961 è l’apposizione della Apostille (apposita timbratura attestante l’autenticità del documento e la qualità legale dell’Autorità rilasciante).

sworn

Qui di seguito l’elenco dei Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aia:

CONVENZIONE DELL’AJA DEL 5 OTTOBRE 1961 (CONVENZIONE SULL’APOSTILLE) (Rel. 25.10.2019)
Per esteso, Convenzione riguardante l’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri,adottata a l’Aja il 5 ottobre 1961: ratifica con legge 20 dicembre 1966, n. 1253 (in G.U. n. 26 del 30.01.1967, con testo in francese: qui traduzione italiana del Consiglio Federale Svizzero),
deposito dello strumento di ratifica il 13 dicembre 1977, entrata in vigore l’11 febbraio 1978(Comunicato del Ministero degli affari esteri in G.U. n. 42 dell’11.02.1978, pag. 1075).
Ai sensi dell’art. 6, l’Italia ha designato e comunicato le seguenti autorità competenti al rilascio dell’Apostille:
 per gli atti giudiziari e notarili: Procuratore della Repubblica presso i Tribunali nelle cui giurisdizioni gli atti medesimi sono emanati;
 per tutti gli altri atti amministrativi previsti dalla Convenzione: Prefetti territorialmente competenti, per la Valle d’Aosta il Presidente della Regione, per le Province di Trento e Bolzano il Commissario di Governo.

- ALBANIA
- ANDORRA
- ANTIGUA E BARBUDA
- ARGENTINA (non con Kosovo; non accetta estensione Gran Bretagna a: Antartico Britannico,Falkland, Georgia del Sud e Isole Sandwich Meridionali)
- ARMENIA (non con Kosovo)
- AUSTRALIA (si estende a tutti i territori per i quali è responsabile delle relazioni internazionali)
- AUSTRIA (non con Burundi, Kosovo, Kyrgyzstan, Mongolia, Repubblica Dominicana,Tagikistan, Tunisia, Uzbekistan)
- AZERBAIJAN (non con Germania, Kosovo)
- BAHAMAS
- BAHRAIN
- BARBADOS
- BELARUS (c.d. BIELORUSSIA) (non con Kosovo)
- BELGIO (non con Kyrgyzstan, Liberia, Mongolia, Tagikistan, Tunisia, Uzbekistan)
- BELIZE
- BOLIVIA
- BOSNIA-ERZEGOVINA
- BOTSWANA
- BRASILE (non con Kosovo)
- BRUNEI DARUSSALAM
- BULGARIA
- BURUNDI (non con Austria, Germania, Polonia, Repubblica Ceca)
- CAPO VERDE
- CILE (non con Kosovo)
- CIPRO (non con Kosovo)
- COLOMBIA
- COREA (c.d. COREA DEL SUD)
- COSTA RICA
- CROAZIA
- DANIMARCA (eccetto Groenlandia e Isole Fær Øer)
- DOMINICA
- ECUADOR (non con Kosovo)
- EL SALVADOR
- ESTONIA
- ESWATINI (ex SWAZILAND)
- FIJI
- FILIPPINE (non con Austria, Finlandia, Germania, Grecia)
- FINLANDIA (non con Mongolia)
- FRANCIA (si applica all’intero territorio francese)
- GEORGIA (eccetto Abkhazia e Ossezia del Sud) (non con Kosovo)
- GERMANIA (non con Azerbaijan, Burundi, India, Kosovo, Kyrgyzstan, Liberia, Marocco, Moldova, Mongolia, Paraguay, Repubblica Dominicana, Tagikistan, Tunisia, Uzbekistan)
- GIAPPONE
- GRAN BRETAGNA (si estende a: ANGUILLA, ANTARTICO BRITANNICO*, BERMUDA, CAYMAN, FALKLAND*, GEORGIA DEL SUD E ISOLE SANDWICH MERIDIONALI*, GIBILTERRA**, GUERNSEY, ISOLA DI MAN, ISOLE VERGINI BRITANNICHE, JERSEY, MONTSERRAT, SANT’ELENA, TURKS E CAICOS) (*non accettata da Argentina - **non accettata da Spagna)
- GRECIA (non con Kosovo, Kyrgyzstan,Mongolia, Perú, Tunisia, Uzbekistan)
- GUATEMALA
- GUYANA
- GRENADA
- HONDURAS
- HONG KONG (non con Kosovo)
- INDIA (non con Germania, Kosovo)
- IRLANDA
- ISLANDA
- ISOLE COOK
- ISOLE MARSHALL
- ISRAELE (non con Kosovo)
- ITALIA
- KAZAKHSTAN
- KOSOVO (non con Argentina, Armenia, Austria, Azerbaijan, Belarus, Brasile, Cile, Cipro, Ecuador, Georgia, Germania, Grecia, Hong Kong, India, Israele, Macao, Mauritius, Messico, Moldova, Namibia, Nicaragua, Paraguay, Perú, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Spagna, Ucraina, Uzbekistan, Venezuela)
- KYRGYZSTAN (non con Austria, Belgio, Germania, Grecia)
- LESOTHO
- LETTONIA
- LIBERIA (non con Belgio, Germania)
- LIECHTENSTEIN
- LITUANIA
- LUSSEMBURGO
- MACAO (non con Kosovo)
- MACEDONIA DEL NORD (ex EX REPUBBLICA JUGOSLAVA DI MACEDONIA)
- MALAWI
- MALTA
- MAROCCO (non con Germania)
- MAURITIUS (non con Kosovo)
- MESSICO (non con Kosovo)
- MOLDOVA (c.d. MOLDAVIA) (non con Germania, Kosovo)
- MONACO (c.d. MONTECARLO)
- MONGOLIA (non con Austria, Belgio,Finlandia, Germania, Grecia)
- MONTENEGRO
- NAMIBIA (non con Kosovo)
- NICARAGUA (non con Kosovo)
- NIUE
- NORVEGIA
- NUOVA ZELANDA (eccetto Tokelau)
- OMAN
- PAESI BASSI (si applica anche a: ARUBA, BONAIRE, CURAÇAO, SABA,SINT EUSTATIUS, SINT MAARTEN)
- PANAMA
- PARAGUAY (non con Germania, Kosovo)
- PERÚ (non con Grecia, Kosovo)
- POLONIA (non con Burundi, Kosovo)
- PORTOGALLO 
- REPUBBLICA CECA (non con Burundi)
- REPUBBLICA DOMINICANA (non con Austria, Germania)
- ROMANIA (non con Kosovo)
- RUSSIA (o FEDERAZIONE RUSSA) (non con Kosovo)
- SAINT KITTS E NEVIS (o SAINT CRISTOPHER E NEVIS)
- SAINT VINCENT E GRENADINE
- SAMOA
- SAN MARINO
- SANTA LUCIA
- SÃO TOMÉ E PRINCIPE
- SERBIA (non con Kosovo)
- SEYCHELLES
- SLOVACCHIA (non con Kosovo)
- SLOVENIA
- SPAGNA (non con Kosovo; non accetta estensione Gran Bretagna a Gibilterra)
- STATI UNITI D’AMERICA
- SUD AFRICA
- SURINAME
- SVEZIA
- SVIZZERA
- TAGIKISTAN (non con Austria, Belgio,Germania)
- TONGA
- TRINIDAD E TOBAGO
- TUNISIA (non con Austria, Belgio, Germania,Grecia)
- TURCHIA
- UCRAINA (non con Kosovo)
- UNGHERIA
- URUGUAY
- UZBEKISTAN (non con Austria, Belgio, Germania, Grecia, Kosovo)
- VANUATU
- VENEZUELA (non con Kosovo)
1 Dal 30.03.2001, in applicazione del D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396, la competenza al rilascio dell’Apostille per gli atti dello stato civile è stata attribuita al Prefetto (Circolare del
Ministero della giustizia n. 1827 del 16 marzo 2001 e Circolare del Ministero dell’interno MIACEL n. 2/2001 del 26 marzo 2001). 2 Regione Amministrativa Speciale della Cina, per la quale si continua ad applicare la Convenzione. 3 Per il Kosovo, dichiarazioni di Serbia (29.05.2017), Kosovo (26.06.2017), Svizzera (12.06.2018). 4 Per Crimea, Sebastopoli, Donetsk e Luhansk, dichiarazioni di Ucraina (16.10.2015), Russia (19.07.2016) e vari Stati terzi.